Perché Vinevo

Siamo convinti che il vino sia una storia, e forse mille. Le storie di tante persone, di tanti territori, di un Paese unico al mondo, l'Italia. Un Paese che vogliamo raccontare un sorso alla volta.
1.
Vinevo è

un viaggio

Conoscere vini e cantine ti permette di conoscere l’Italia in ogni suo angolo, anche i meno battuti. È la grande ricchezza del nostro Paese: avere una varietà enorme di vitigni che si adattano e crescono, dalle Alpi alla Sicilia. Vogliamo accompagnarti in questo viaggio di scoperta, e speriamo di trasmetterti perché ci appassiona così tanto. Siamo convinti che parlare di un territorio e della sua bellezza passi prima di tutto dal preservare quel territorio, per fare in modo che lo stesso viaggio sia ripetibile per le generazioni future. Per questo i produttori che ti presenteremo sono esempio di un’agricoltura biologica, biodinamica, naturale, o anche senza etichette, ma sempre sostenibile e attenta al territorio. Ci impegneremo in prima persona per la sostenibilità e la biodiversità, e dedicheremo spazio a spiegare cosa si intende con queste parole e perché sono così importanti per noi.
2.
Vinevo è

una guida

Ti è mai capitato di voler proporre una bottiglia di vino ai tuoi ospiti, o volerne portare una da amici, e non sapere cosa scegliere? O di finire per bere sempre alcuni vini, per andare sul sicuro? Ti piacerebbe ampliare gli orizzonti e scoprire nuove bottiglie e cantine? Siamo qui per questo, per accompagnarti alla scoperta di piccoli e medi produttori di eccellenza. E nel farlo ti racconteremo qualcosa in più del mondo del vino e ti daremo tutti gli strumenti per bere meglio, con il piacere di farlo: schede di degustazione, guide, curiosità, e tutto quello che può servirti per divertirti insieme a noi… e zittire quell’amico che pensa di saperne più degli altri.
3.
Vinevo è

un racconto

Il settore dei prodotti enogastronomici Made in Italy è ricco di belle storie, di prodotti d’eccellenza e sostenibili. Ma non tutte le storie sono vere. E quelle vere, a volte, non vengono raccontate. Noi ci impegniamo a farlo: ogni mese proporremo un approfondimento su un produttore e il racconto di un territorio italiano attraverso gli occhi di un vignaiolo. Ma vogliamo fare di più, e renderti protagonista di questa esperienza:per questo abbiamo creato il quiz del gusto, uno strumento sviluppato in collaborazione con il Sensory Lab dell’Università Statale di Milano che ci aiuterà a definire la selezione mensile perfetta per te. Ogni box che costruiremo sarà diversa dall’altra, per essere il più possibile su misura per te. Ci sono tante storie, e vogliamo raccontarne una che sia anche tua.
1.

Come è
nato Vinevo

L’idea di Vinevo nasce in un giorno assolato di giugno 2020, in un momento particolarmente difficile per l’Italia duramente colpita da Covid-19. L’idea di Vinevo germoglia in un luogo singolare, l’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa, e in particolare in un piano a quasi 2000 metri dove si alternano nerissimi paesaggi di recenti colate laviche, con il verde acceso degli arbusti e dei giovani pini, che nascono e trovano suolo fertile proprio nella pietra lavica. Camminando su quel piano, e poi a quota più bassa, il blu del mare sullo sfondo, Alessandro è rimasto colpito da come i pini, le querce e poi le viti e gli olivi crescessero rigogliosi sulla pietra lavica, che pure un tempo aveva portato distruzione. Nonostante la devastazione della pandemia, Alessandro ha così immaginato di costruire una nuova azienda attenta all’ambiente e alle persone, capace di valorizzare le comunità locali di agricoltori e vignaioli. E ha condiviso questa visione con chi ci ha creduto.
1.

Ci impegniamo ad andare oltre la sostenibilità

Pensiamo che l’impatto dei singoli e delle aziende sul pianeta abbia raggiunto un punto di non ritorno e che dirsi sostenibili non sia più abbastanza. Non basta “contenere il danno”: vogliamo che Vinevo contribuisca a costruire un pianeta migliore e un po’ più verde.
2.

Ci impegniamo ad offrirti vini di eccellenza, rispettosi del territorio

Lavoriamo con produttori medi e piccoli, spesso artigianali, che operano in regime di agricoltura biologica, biodinamica, o senza etichette.
3.

Ci impegniamo a essere corretti con collaboratori e fornitori

Che siano produttori artigianali, che spesso fanno un’agricoltura eroica con alti costi di gestione, o nostri collaboratori, ci impegniamo a non sfruttare il lavoro di nessuno.
4.

Ci impegniamo a rendere il territorio più verde

Usiamo imballaggi in buona parte riciclati e riciclabili, ma inevitabilmente le nostre attività hanno un impatto ambientale. Per questo pianteremo degli alberi e ce ne prenderemo cura per potere essere Carbon Positive.
5.

Ci impegniamo a valorizzare la diversità

La ricchezza della viticoltura italiana è rappresentata dalle centinaia di vitigni autoctoni, spesso diversissimi. Anche noi vogliamo valorizzare la stessa diversità: quella delle persone che costituiscono la ricchezza della nostra azienda.
6.

Ci impegniamo a prendere decisioni non basate solo sul profitto

Teniamo sempre in considerazione l’impatto delle nostre scelte sulle persone e sull’ambiente.