Picchioni

Dalla patria del vino, prodotti di qualità e amici dell'ambiente

La voglia di raccontare la culla del vino italiano.

L’Oltrepò Pavese è la culla della cultura italiana del vino, un triangolo di terra incuneato tra Liguria, Emilia e Piemonte, punta settentrionale dell'Appennino.
La visibilità di questo angolo d’Italia non è all’altezza della sua storia vinicola, ma molti produttori stanno lavorando a migliorare le cose. Andrea Picchioni è tra questi: la sua azienda è un fazzoletto di terra di dieci ettari nella piccola Valle Solinga su una collina esposta a sud e composta da un suolo quasi ciottoloso e dalle pendenze proibitive. Le interminabili giornate estive dispensano ai grappoli l'energia occorrente alla giusta maturazione, contendendo alla vite ogni goccia di pioggia. La conversione al biologico ha portato scelte amiche dell'ambiente: l'uso dell'acqua dei pozzi per innaffiare, concimazione con concimi organici e un'area adibita a bosco per compensare l'anidride carbonica prodotta dai macchinari.

Vigneti

10 ettari, collocati nella val Solinga e adagiati sul versante collinare che volge a mezzogiorno. 

Uve e Vitigni

La cantina Andrea Picchioni si distingue per il suo lavoro di recupero di vitigni autoctoni delle colline dell'Oltrepo' Pavese, in particolare le varietà Croatina, Vespolina e Barbera.

Terreno

Suolo sciolto, perfino ciottoloso.

Sistema di coltivazione

Il rispetto per l'ambiente e l'amore per la terra della famiglia Picchioni hanno dato vita a una conversione all'agricoltura biologica, portata avanti con determinazione. Tutta l'acqua utilizzata, ad esempio, proviene da pozzi o fossi di proprietà, la concimazione avviene con concimi di natura organica e una parte della superficie aziendale viene mantenuta a bosco per compensare la CO2 prodotta dai mezzi agricoli. 

Vinificazione

Anche in cantina come in vigna il lavoro è improntato al minor intervento possibile da parte dell'uomo: le fermentazioni sono spontanee e l'azienda ha certificazione biologica.

Perché è in Vinevo

Girovagando per i vigneti, tra un filare e l’altro, arrivi nell’Oltrepò Pavese, culla della cultura italiana del vino.
La visibilità di questo storico angolo d’Italia purtroppo oggi non è all’altezza della sua storia vinicola, ma tra i molti produttori pavesi che stanno lavorando a migliorare le cose, c'è Andrea Picchioni: lo puoi trovare mentre si inerpica tra i filari dei suoi vigneti, alcuni dei quali molto antichi. Ha lo sguardo attento, da tipo curioso, pronto al dialogo e all’ascolto, con tanta voglia di raccontarti cosa accade lì attorno. E quando arrivi nella sua cantina trovi prodotti eccellenti, con tanta stoffa, espressione di una terra che parla di vino fin dal tempo degli etruschi. Andrea è un degno erede di questa storia unica, che sa impressionare con le varietà locali quali Croatina, Barbera e Uva Rara, ma che può sfidare molti anche con il suo Pinot Nero. Provare per credere.